Forum Infettivologico
GSK Infettivologia
Xagena Mappa
Xagena Newsletter

Trattamento antivirale e profilassi dell’influenza: le raccomandazioni delle Società Scientifiche tedesche


In Germania gli Esperti della Paul Ehrlich Society, e della German Association for the Control of Virus Diseases, nella First Consensus Conference on the Antiviral Treatment and Prophilaxis of Influenza, sulla fase dei dati disponibili hanno emesso le seguenti raccomandazioni riguardo al corretto impiego dei farmaci antivirali.
  I farmaci antivirali rappresentano un valido strumento per il controllo e per la prevenzione dell’influenza.
  1)      Poiché Oseltamivir ( somministrato per os ) e Zanamivir ( somministrato per via inalatoria ) presentano, apparentemente, una simile efficacia, possono essere impiegati in alternativa.
  2)      L’Amantadina non è un’alternativa agli inibitori della neuraminidasi, poiché a) non è efficace contro i virus influenzali di tipo B; b) seleziona in modo frequente i mutanti virali resistenti; c) può causare effetti indesiderati.
  3)      Quando l’influenza è prevalente nella comunità, i pazienti con diagnosi clinica di influenza dovrebbero essere trattati con gli inibitori della neuraminidasi se i sintomi sono di durata non superiore a 48 ore.
  4)      I pazienti immunocompetenti con malattia non febbrile non dovrebbero essere trattati con i farmaci antivirali.
  5)      L’uso profilattico dei farmaci antivirali può essere raccomandato alle persone che vivono in contatto con persone ammalate in forma acuta e che non sono state recentemente vaccinate contro l’influenza.
  6)      L’impiego dei farmaci antinfluenzali deve essere preso in considerazione nella profilassi delle pandemie. ( Xagena2004 )

Wutzler P et al, J Clin Virol 2004; 31: 84-91

Inf2004 Farma2004


Indietro