Xagena Mappa
Xagena Newsletter
OncologiaMedica.net
Farmaexplorer.it

Meta-analisi dei glucocorticoidi per i pazienti Covid-19 che non-ricevono Ossigeno


I glucocorticoidi riducono la mortalità nei pazienti ospedalizzati con malattia da coronavirus 2019 ( Covid-19 ) grave e critica, sebbene un possibile danno sia stato documentato nei pazienti con Covid-19 che non necessitano di Ossigeno.

Sono stati ricercati studi randomizzati o studi abbinati riguardanti pazienti adulti con Covid-19 non-sottoposti a ossigenoterapia trattati con glucocorticoidi per via endovenosa o orale rispetto a qualsiasi comparatore ( terapia standard o placebo ); non c'erano restrizioni sulla dose o sul tempo di somministrazione.

L'endpoint primario era la mortalità per tutte le cause al follow-up più lungo disponibile.

Sono stati infine inclusi 5 studi randomizzati e uno studio con corrispondenza per propensione che ha coinvolto 6.634 pazienti ospedalizzati che non hanno assunto Ossigeno ( 3.704 hanno ricevuto glucocorticoidi e 2.930 hanno ricevuto un trattamento standard ).

La mortalità complessiva dei pazienti trattati con glucocorticoidi è stata significativamente più elevata della mortalità dei pazienti nel gruppo di controllo ( 509 su 3.704, 14%, nel gruppo glucocorticoidi rispetto a 294 su 2.930, 10%, nel gruppo di controllo; odds ratio [ OR ] 1.56, con 3 articoli che riportavano eventi di mortalità contribuendo all'odds ratio combinato; P minore di 0.001; numero necessario per nuocere [ NNH ] =27 ).

L’uso di glucocorticoidi probabilmente aumenta la mortalità nei pazienti ospedalizzati con Covid-19 che non ricevono Ossigeno, con un numero necessario per nuocere pari a 27. ( Xagena2023 )

Covello RD et al, NEJM Evid 2023; 2

Inf2023 Med2023 Farma2023



Indietro