GSK Infettivologia
Forum Infettivologico
Xagena Mappa
Xagena Newsletter

Profilassi estesa con Valganciclovir per prevenire l’infezione da citomegalovirus dopo trapianto polmonare


L’infezione da citomegalovirus è l'infezione opportunistica più diffusa in seguito a trapianto polmonare. Le attuali strategie non proteggono dal citomegalovirus nella maggior parte dei pazienti a rischio.

È stato svolto uno studio randomizzato multicentrico con l’obiettivo di determinare se fosse efficace estendere la profilassi con Valganciclovir ( Darilin, Valcyte ) orale dallo standard di 3 mesi a 12 mesi dopo il trapianto polmonare.

I pazienti sono stati assegnati in modo casuale da un sistema automatico centralizzato a ricevere il farmaco o il placebo. Né i pazienti né i ricercatori erano a conoscenza dello stato di trattamento.

Lo studio ha preso in esame 136 soggetti che avevano subito un trapianto di polmone e avevano effettuato una profilassi di 3 mesi con Valganciclovir. Si è intervenuti introducendo 9 mesi supplementari con Valganciclovir orale ( n=70 ) o placebo ( n=66 ).

L'endpoint primario era rappresentato dalla libertà dalla malattia da citomegalovirus ( sindrome o malattia invasiva tissutale ) sulla base di un’analisi intention-to-treat 300 giorni dopo la randomizzazione.
Gli endpoint secondari erano costituiti da gravità della malattia da citomegalovirus, infezione da citomegalovirus, rigetto acuto, infezioni opportunistiche, resistenza a Ganciclovir, e sicurezza.

La malattia da citomegalovirus si è verificata nel 32% dei casi nel gruppo a profilassi breve contro il 4% dei casi nel gruppo con profilassi estesa ( P minore di 0.001 ).
Riduzioni significative sono state osservate nell'infezione da citomegalovirus ( 64% versus 10%, P minore di 0.001 ) e nella gravità della malattia ( 110.000 versus 3.200 copie/ml, p=0.009 ) con il trattamento prolungato.

I tassi di rigetto acuto, le infezioni opportunistiche, gli eventi avversi, la resistenza a Ganciclovir da mutazioni del gene UL97 di citomegalovirus, e le anomalie di laboratorio sono risultati simili tra i gruppi di studio.

Durante i 6 mesi successivi al completamento dello studio, una bassa incidenza di malattia da citomegalovirus è stata osservata in entrambi i gruppi. Non sono stati valutati gli effetti a lungo termine di una profilassi estesa.

In conclusione, negli adulti che hanno subito trapianto di polmone che hanno ricevuto 3 mesi di Valganciclovir, la profilassi estesa di ulteriori 9 mesi ha ridotto significativamente l'infezione, la malattia e la gravità della malattia da citomegalovirus senza aumento della resistenza a Ganciclovir o della sua tossicità.
Un effetto benefico riguardo alla prevenzione della malattia da citomegalovirus è sembrato estendersi almeno fino a 18 mesi dopo il trapianto. ( Xagena2010 )

Palmer SM et al, Ann Intern Med 2010; 152: 761-769



Farma2010 Pneumo2010 Inf2010



Indietro